Michelin Logo

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano ad erogare i nostri servizi. Per saperne di piu'

Approvo

In informatica i cookie HTTP (più comunemente denominati Web cookie, tracking cookie o semplicemente cookie) sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, come ad esempio siti web preferiti o, in caso di acquisti via internet, il contenuto dei loro "carrelli della spesa".

Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web. Il termine "cookie" – letteralmente "biscotto" – deriva da magic cookie (biscotto magico), concetto noto in ambiente UNIX che ha ispirato sia l'idea che il nome dei cookie HTTP.

Ogni dominio o sua porzione che viene visitata col browser può impostare dei cookie. Poiché una tipica pagina Internet, ad esempio quella di un giornale in rete, contiene oggetti che provengono da molti domini diversi e ognuno di essi può impostare cookie, è normale ospitare nel proprio browser molte centinaia di cookie.

Ragazzon Logo

Italian English French German Spanish

LE AUDI A GINEVRA (II parte)

Proseguiamo con le principali Audi presentate al Salone di Ginevra, di cui abbiamo cominciato a parlare qualche giorno fa.

Oltre alla Q2 e alla RS Q3 Performance, sotto i riflettori del Palexpo ginevrino c’erano anche delle varianti sportive, come la RS 3 Sedan, che affianca la versione Sportback ma con una carrozzeria più aerodimanica a tre volumi e la RS 6 Performance. Quest’ultima monta un V8 TFSI 4.0 litri da 605 CV e 700 Nm di coppia massima, abbinato al cambio Tiptronic a 8 rapporti ed alla trazione integrale Quattro. Lo scatto da 0 a 100 km/h avviene in 3,7 secondi e raggiunge una velocità massima di 305 km/h, limitata elettronicamente.

      

Ma è la seconda generazione dell’Audi R8 a sedurre il pubblico della kermesse svizzera, nonostante si tratti di un modello già presentato nel 2015. Realizzata sulla stessa piattaforma della Lamborghini Huracán, la nuova R8 è disponibile in due versioni: la base è spinta da un motore 5.2 V10 da 540 CV e 540 Nm di coppia massima, che le permette di raggiungere la velocità massima di  320 km/h, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,5 secondi; la plus ha un propulsore 5.2 V10 da 610 CV e 560 Nm di coppia, grazie al quale tocca i 330 km/h di velocità massima e scatta da 0 a 100 km/h in 3,5 secondi.

      

      

Meno appariscente, ma sempre di effetto è la nuova Audi S4, che spicca nello spazio teutonico per il suo colore giallo, anche se il suo carattere sportivo emerge soprattutto nelle prestazioni. Infatti, l’S4 è equipaggiata con un 6 cilindri 3.0 TFSI da 354 CV e 500 Nm di coppia, che le permette di scattare da 0 a 100 km/h in 4,7 secondi e di raggiungere una velocità massima di 250 km/h, autolimitata. Il consumo medio, secondo quanto dichiarato dalla casa madre, si aggira attorno ai 7,4 l/km (7,5 per la Avant), con emissioni di CO2 pari a 170 grammi per chilometro. Oltre al cambio Tiptronic a 8 rapporti, la nuova S4 è dotata di trazione integrale permanente Quattro, che, grazie al Torque Vectoring, le conferisce maggiore stabilità nelle curve, anche ad alta velocità.

      

I cerchi sono in lega da 18”, con pneumatici 245/40, ma sono previsti anche da 19 pollici, come optional. L’assetto è ribassato di 23 mm e, a richiesta, è possibile avere il nuovo sistema CDC (Continous Damping Control), che regola gli ammortizzatori in base alle condizioni del manto stradale. Sulla fiancata spiccano le minigonne pronunciate, le calotte degli specchi in tinta alluminio e, a richiesta, le pinze freno di colore rosso. All’anteriore risalta la griglia a nido d’ape nera, mentre, in coda, l’elemento distintivo è dato dall’estrattore inferiore in metallo con i 4 terminali di scarico, dal sound inconfondibile. I numerosi dettagli in tinta alluminio o grigio opaco regalano alla S4 un’immagine grintosa e sofisticata allo stesso tempo.

Disponibile nella versione berlina e Avant, la nuova S4 offre una posizione di guida di alto livello, ampio spazio (sembra più grande di quel che è realmente), tanta tecnologia e comfort. Infatti, gli ospitanti sono accolti da sedili sportivi ed ergonomici, rivestiti in Pelle Nappa e Alcantara (nei colori nero, grigio o rosso magma), con cuciture a contrasto e il classico logo S Line. A richiesta, è possibile avere il poggiatesta integrato, i supporti laterali regolabili e la funzione massaggio.

      

Di serie troviamo l’Audi Virtual Cockpit con schermo da 12,3 pollici, direttamente sotto lo sguardo del conducente, che fornisce tutte le informazioni necessarie sullo stato del veicolo, la mappa, il contachilometri con contagiri e lo stile di guida utilizzato. Inoltre, il sistema infotainment Audi Connect MMI, con schermo da 8,3 pollici e connessione LTE, permette di accedere a numerosi servizi tramite internet, connettendo il proprio smartphone.

Come per l’A4, anche su S4 e S4 Avant sono presenti i più recenti dispositivi di assistenza alla guida: il Predictive Efficiency Assistant (per il risparmio del carburante), l’Active Lane Assist, il Cruise Control adattivo con funzione Traffic Jam, il Park Assist, il Collision Avoidance Assist, il Turn Assist e l’Audi Pre Sense.

Debutto europeo anche per l’Audi A4 Allroad quattro, già presentata a Detroit. Con assetto sollevato di 34 mm, è un modello unico, che assicura la massima efficienza della trazione “quattro ultra”. E’ disponibile con 5 motorizzazioni, una benzina (2.0 TFSI da 252 CV e 370 Nm di coppia massima) e quattro diesel (2.0 TDI da 163 o 190 CV e 3.0 da 218 o 272 CV). La trasmissione è affidata ad un cambio manuale a 6 rapporti, al nuovo S Tronic a 7 rapporti oppure al Tiptronic a 8 rapporti.

Esternamente traspare il look deciso e il carattere allroad della vettura. Il single frame è impreziosito dalle lamelle verticali cromate, mentre sui parafanghi anteriori e sul portellone è presente il logo “allroad”. Le linee sono irrobustite da elementi di protezione, come i passaruota allargati e il paraurti posteriore, in grigio opaco o, a richiesta, in colore carrozzeria.

      

Gli interni, illuminati a LED, hanno linee armoniose e sofisticate, per offrire alti livelli di comfort e massima funzionalità, come la nuova console centrale, orientata al conducente. Inoltre, grazie ai 19 altoparlanti del Bang & Olufsen Sound System 3D, nell’abitacolo si diffonde un suono tridimensionale, degno di una sala concerti, che regala un’esperienza acustica impareggiabile. Numerosi sono gli equipaggiamenti hi-tech di nuova generazione presenti sull’A4 allroad quattro: Audi Virtual Cockpit, la nuova interfaccia MMI plus, la gamma dei servizi Audi Connect, per i collegamenti a internet attraverso lo standard LTE  e i sistemi di assistenza alla guida, come l’Audi Drive Select, che aggiunge il programma “Offroad”, alle modalità classiche (Comfort, Auto, Dynamic, Efficiency e Individual).

      

In Italia, sono partite da ieri le ordinazioni della nuova Audi A4 Allroad quattro e le prime consegne saranno a giugno, con  prezzi compresi tra 51.900 e 53.900 Euro.

 

 

Ti è piaciuto l'articolo e vuoi scoprire di più sul pianeta Audi? Condividi con noi la passione per questo marchio, oltre 4.000 argomenti tecnici e tanto altro ti aspettano all'interno del Forum di Inaudita.com

To all friends of Inaudita.com in the world! You can now read the contents of our blog and of our forum just clicking the flag corresponding to your language!

Liebe Freunde in der Welt von Inaudita.com! Sie können jetzt den Inhalt von unserem Forum und von unserem Blog nur mit einem Klick auf die Flagge, die auf Ihrer Sprache entspricht, lesen!

 

Vota questo articolo
(6 Voti)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ospiti : 64 Ospiti online Bloggers : Nessun blogger online

© Copyright 2003 - 2018 Inaudita.com 
All Rights Reserved
Webmaster Mattia Bernasconi

Vai all'inizio della pagina