Michelin Logo

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano ad erogare i nostri servizi. Per saperne di piu'

Approvo

In informatica i cookie HTTP (più comunemente denominati Web cookie, tracking cookie o semplicemente cookie) sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, come ad esempio siti web preferiti o, in caso di acquisti via internet, il contenuto dei loro "carrelli della spesa".

Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web. Il termine "cookie" – letteralmente "biscotto" – deriva da magic cookie (biscotto magico), concetto noto in ambiente UNIX che ha ispirato sia l'idea che il nome dei cookie HTTP.

Ogni dominio o sua porzione che viene visitata col browser può impostare dei cookie. Poiché una tipica pagina Internet, ad esempio quella di un giornale in rete, contiene oggetti che provengono da molti domini diversi e ognuno di essi può impostare cookie, è normale ospitare nel proprio browser molte centinaia di cookie.

Ragazzon Logo

Italian English French German Spanish

LE ANTEPRIME AUDI A PECHINO

Il Beijing International Automotive Exhibition, è il Salone dell’automobile di Pechino, che, giunto alla sua 14° edizione, ha aperto i battenti dal 25 aprile al 4 maggio. Si tratta di un evento biennale che, alternandosi con il Salone di Shangai, concentra tutte le attenzioni degli appassionati di auto e che anche quest’anno ha riscosso un grandissimo successo.

Molti dei modelli presentati sono stati realizzati appositamente per il mercato cinese e quindi non saranno disponibili in Europa. In particolare, sono apprezzati i SUV, macchine larghe e spaziose abilitate al trasporto di 7 o 8 persone, specie a seguito dell’abolizione della legge che vieta alle coppie, residenti in Cina, di avere più di un figlio. Mentre c’è stata un po’ di delusione per le ibride ed elettriche, nonostante quelle zone siano oppresse da una spessa nuvola di smog.

      

In questa importante rassegna automobilistica, il brand dei Quattro Anelli ha comunque presentato tre novità mondiali, come l’attesissima nuova Audi TT RS, esibita dal nuovo responsabile di Audi Sport, Stephan Winkelmann, nelle versioni Coupé e Roadster, che entrano a far parte della famiglia Audi Sport.

La nuova supercar, che ha destato l’emozione degli appassionati Audi, è spinta da un motore 5 cilindri 2.5 TFSI (eletto per 6 anni di fila “Engine of the Year”) ed è in grado di erogare 400 CV e una coppia massima di 480 Nm, regalando prestazioni entusiasmanti. In abbinamento, ci sono la trazione integrale quattro, con giunto centrale a controllo elettronico, ed il cambio a doppia frizione S Tronic a 7 marce, con rapporti accorciati nella prima parte e una settima lunga, per minori consumi sulle lunghe tratte. La velocità massima di TT RS Coupé e Roadster è limitata elettronicamente a 250 km/h, ma è possibile portarla a 280 km/h, con il kit specifico opzionale, rendendola così la TT più veloce di sempre; lo scatto da 0 a 100 km/h avviene in 3,7 secondi per la Coupé e in 3,9 secondi per la Roadster.

Il propulsore della nuova TT RS è in alluminio (prima era in ghisa) e, grazie ad altre modifiche, consente di risparmiare 26 kg, rispetto alla precedente versione, portando il peso totale della vettura a 1.440 kg per la Coupé; per la Roadster, invece, sale a 1.530 kg, poiché la struttura è stata rinforzata per compensare la mancanza del tetto, che, in questo caso, è sostituito da una capote in tela, gestita elettricamente anche in movimento, fino a 50 km/h. Altri interventi sono stati fatti sul corpo vettura, come l’altezza contenuta a 1,34 metri e lo sterzo reso più diretto, per garantire una maggiore tenuta di strada e il massimo piacere di guida.

L’impianto frenante è maggiorato, più performante, ed è composto da dischi ventilati, da 37 cm all’anteriore e 31 cm al posteriore. Inoltre, come optional, sono disponibili anche i freni carboceramici, più prestazionali e adatti all’uso in pista.

      

      

Esternamente ed internamente, la nuova TT RS è caratterizzata dallo stile inconfondibile di Audi Sport.

Il frontale muscoloso è contraddistinto dallo spoiler basso, dal single frame con cornice cromata nera e griglia a nido d’ape, con la scritta “quattro” sulla parte inferiore, e prese d’aria maggiorate, per raffreddare al meglio il motore e l’impianto frenante. Sulla fiancata sono presenti longarine sottoporta, dalla forma aerodinamica. Al posteriore, invece, spiccano l’alettone fisso, che poggia su due sottili supporti doppi, e i due terminali di scarico ovali, inseriti ai lati del diffusore aerodinamico, con le valvole comandabili tramite l’Audi Drive Select, per modificare la timbrica ed evidenziare maggiormente il sound del cinque cilindri, definito da Annette Mollhof, product manager di RS, “il più emozionante di tutta l’offerta Audi RS”.

      

Sempre grazie all’Audi Drive Select, è possibile anche selezionare quattro differenti modalità di guida (Comfort, Auto, Dynamic e Individual), intervenire sulla risposta del motore e del cambio, sulla taratura dello sterzo, delle sospensioni (se si opta per gli ammortizzatori adattivi a controllo elettronico Audi Magnetic Ride, richiedibile con l’assetto RS Plus) e della trazione.

Altro elemento di spicco sono i cerchi in lega leggera, dal disegno specifico: di serie, sono da 19 pollici, con pneumatici 245/35, mentre come optional si potranno avere quelli fucinati da 20 pollici, con pneumatici 255/30.

Le nuove versioni della supersportiva montano di serie i fari full Led, mentre i proiettori Matrix Led sono optional, come anche i gruppi ottici posteriori tridimensionali,dotati di tecnologia OLED, a diodi organici, offerti per la prima volta su un’Audi di serie. Con questa tecnica si ha un aumento della resa energetica (consumano meno delle lampadine tradizionali pur essendo più luminose), una luce più definita, regolabile per adattarla a tutte le condizioni di marcia e luminosità, una diminuzione di peso del gruppo ottico e la possibilità di avere forme originali, non richiedendo parabole o lenti per proiettare la luce. Inoltre, uno dei quattro blocchi luminosi (dei quali ogni luce è composta) riproduce il logo Audi e quello della TT RS: un effetto scenico notevole!

      

Anche l’abitacolo riflette tutta l’anima “corsaiola” della TT RS ed è impreziosito da dettagli in alluminio e in fibra di  carbonio, dai loghi RS, dalla pedaliera in alluminio, dall’impostazione sportiva della plancia, dai sedili sportivi RS, realizzati con pellami pregiati e dal pomello del cambio e volante sportivo sagomato e in pelle, dotato di pulsanti per l’avvio del motore e per la gestione dell’Audi Drive Select.

      

A livello tecnologico spicca l’unico display dell’Audi Virtual Cockpit, con schermo da 12,3 pollici, implementato con le informazioni RS, ossia pressione delle gomme, coppia erogata e forza “g” sviluppata.

A bordo della versione “racing” della TT, troviamo l’inevitabile sistema d’infotainment MMI, che prevede anche informazioni sui prezzi dei carburanti, sul meteo e trasmette le news. Con l’Audi Connect è altresì possibile collegare i propri smartphone e tablet, tramite Wi-Fi, per poter navigare in Internet. Un particolare che sottolinea l’attenzione al dettaglio, presente solo sulla Roadster, è l’integrazione dei microfoni per il vivavoce nelle cinture di sicurezza.

Disponibili in nove colorazioni, tra le quali spiccano il Grigio Nardò e il Rosso Catalunya metalizzato, le nuove Audi TT RS saranno disponibili dal prossimo autunno, con prezzi (per il mercato tedesco) che partono da 66.400 Euro per il Coupé e da 69.200 Euro per la Roadster. Non è ancora noto il listino per il mercato italiano.

L’altra novità che la Casa di Ingolstadt ha presentato alla kermesse orientale è l’Audi connected mobility concept. E’ un prototipo, che deriva dall’Audi Q3, in grado di superare i problemi di traffico delle grandi metropoli, come Pechino e i suoi oltre 20 milioni di abitanti: nel paraurti posteriore, infatti, è integrato uno skateboard elettrico “sovradimensionato” e dalla lunghezza di 105 cm, da utilizzare dopo aver parcheggiato l’auto, per potersi svincolare nel traffico cittadino. Difatti, il sistema di infotainment, che monitora costantemente la situazione del tragitto impostato, avvisa il conducente quando è più conveniente e veloce proseguire con il longboard, piuttosto che con la vettura.

      

Il monopattino, che riporta un po’ alla celebre pellicola del “Ritorno al futuro”, è realizzato in alluminio e fibra di carbonio, è in grado di raggiungere i 30 km/h, con un’autonomia di 12 chilometri, e può essere utilizzato in modalità “skate”, scooter oppure come “carrello” per il trasporto dei bagagli o borse della spesa: in quest’ultimo caso, essendo connesso in modalità wireless a uno smartphone o uno smart-watch, il longboard segue automaticamente il suo proprietario.

      

Il palcoscenico del Salone di Pechino tiene a battesimo anche la terza anteprima internazionale dei Quattro Anelli: la nuova Audi A4 L, ossia la versione a passo lungo della leader del segmento D, che rimarrà un’esclusiva del mercato cinese. E’ lunga 4,81 metri, con un passo di 2,91 metri, e dal design uguale all’A4 standard, con la stessa eleganza sportiva, il frontale aggressivo, i fari Matrix a LED e gli indicatori di direzione dinamici. L’unica modifica visibile esternamente è l’allungamento della portiera posteriore, mentre le dotazioni e gli accessori sono gli stessi dell’A4 già commercializzata in Europa, come l’Head-Up Display, l’Audi Virtual Cockpit, la connettività LTE, l’hotspot Wi-Fi e l’impianto audio Bang&Olufsen da 755 watt e 19 altoparlanti. L’interno dell’abitacolo, come l’esterno, è caratterizzato da linee orizzontali che mettono in risalto gli ampi spazi, mentre il bagagliaio ha una capacità di 480 litri. Come optional, c’è la possibilità di avere un contorno luminoso che illumina le porte e la console centrale.

Per quanto riguarda i propulsori, la gamma è limitata al 2.0 TFSI nelle versione da 190 e 252 CV, abbinate al cambio automatico S Tronic a doppia frizione a 7 marce; il cliente potrà scegliere tra le due o le quattro ruote motrici. La nuova A4 L sarà commercializzata a partire da quest’estate.

      

 

 

Ti è piaciuto l'articolo e vuoi scoprire di più sul pianeta Audi? Condividi con noi la passione per questo marchio, oltre 4.000 argomenti tecnici e tanto altro ti aspettano all'interno del Forum di Inaudita.com

To all friends of Inaudita.com in the world! You can now read the contents of our blog and of our forum just clicking the flag corresponding to your language!

Liebe Freunde in der Welt von Inaudita.com! Sie können jetzt den Inhalt von unserem Forum und von unserem Blog nur mit einem Klick auf die Flagge, die auf Ihrer Sprache entspricht, lesen!

Vota questo articolo
(5 Voti)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ospiti : 69 Ospiti online Bloggers : Nessun blogger online

© Copyright 2003 - 2018 Inaudita.com 
All Rights Reserved
Webmaster Mattia Bernasconi

Vai all'inizio della pagina